Sanificare l’ambiente: la pulizia dell’aria

15/07/2020

Autore: Stefano Normani

15 07 1920X600

Pulizia ed igiene sono requisiti fondamentali in tutti gli ambienti, siano essi domestici, lavorativi o luoghi pubblici.

L’utilizzo sempre più importante di sistemi di trattamento dell’aria quali climatizzazione e ventilazione meccanica, uniti alle recenti problematiche legate alla pandemia, rendono indispensabile l’adozione di sistemi adeguati a sanificare l’aria, con particolare attenzione agli ambienti chiusi.

Ma cosa si intende esattamente per sanificazione dell’aria?

Con il termine sanificazione si intende, in generale, l’eliminazione di batteri ed agenti patogeni o contaminanti che non vengono rimossi dalle normali attività di pulizia. Un ambiente sanificato risulta quindi pulito, igienizzato e virtualmente privo di carica batterica.

Alcuni dei vantaggi della sanificazione sono:

  • Abbattimento batteri, virus, muffe, funghi;
  • Abbattimento degli inquinanti chimici/biologici;
  • Eliminazione allergeni;
  • Riduzione particelle fini;
  • Eliminazione cattivi odori.

Quali sono i settori di applicazione?
La sanificazione dell’aria porta vantaggi in tutti gli ambienti in cui viene utilizzata, siano essi pubblici, privati o produttivi. Vi sono alcuni specifici settori dove la sanificazione è obbligo di legge – il settore ospedaliero o quello della produzione alimentare per citarne alcuni -  ma di fatto è applicabile in ogni settore.  

Ecco alcuni esempi:

Uffici: sono spesso ambienti dove i sistemi di trattamento dell’aria hanno un forte impatto. Sanificare aiuta a diminuire il tasso di malattie e ad aumentare il benessere nei lavoratori.

Luoghi di grande aggregazione: Luoghi come grandi superfici commerciali, uffici pubblici ma anche cinema, palestre, etc… laddove vi è la presenza di un gran numero di individui anche contemporaneamente, c’è la necessità di rendere gli ambienti privi di cariche microbiche troppo elevate, abbattendo batteri, virus, muffe, funghi.

Alberghi, ristoranti e commercio al dettaglio: l’aria “buona” fa parte del servizio offerto: eliminare odori sgradevoli, allergeni e polveri aumenta la soddisfazione della clientela durante la propria permanenza.

Quali sono le tecnologie impiegate più frequentemente?

Esistono diverse tecnologie, fra le più usate troviamo:

La ionizzazione: si tratta di un processo che, sfruttando le reazioni di ossidoriduzione, rigenera l’aria creando un effetto simile all’aria che si respira dopo un temporale o vicino ad una cascata d’acqua. Inoltre riduce gli inquinanti presenti negli ambienti ed elimina microrganismi dannosi impedendo le funzioni vitali degli stessi.

La fotocatalisi: replica la reazione tra l’irraggiamento solare ed alcuni elementi per ridurre le sostanze contaminanti presenti nell’aria, trasformando l’umidità relativa dell’aria in perossido di idrogeno, che tutti conosciamo come acqua ossigenata.

L’ozonizzazione: l’ozono è un potente sanificatore. Saturando un ambiente con l’ozono si ottiene una completa sanificazione. È però, a differenza delle altre soluzioni, potenzialmente pericoloso quindi richiede ambienti liberi da persone durante il processo che deve essere eseguito da personale esperto.

Elettroveneta SpA - Sede: Padova Viale della Navigazione Interna, 48 - Cap.Soc.Int.Vers. €520.000 - Reg.Imp.Pr.PD n°44121bis - P.IVA 00184820280