Regolazione del comfort: quando tecnologia ed efficienza si incontrano

14/06/2018

Autore: Ing. A. Varalda

smart-home-3395997_1920.jpg

Si sente spesso parlare di temperatura ottimale, benessere, gestione della climatizzazione nelle case e negli edifici. Anche l’ultimo Osservatorio Internet of Things del Politecnico di Milano ha sottolineato come la gestione del comfort sia una delle esigenze più sentite insieme alla sicurezza di beni e persone.

 

Oggi è facile rispondere a questa necessità: è sufficiente installare apparecchi intelligenti per il controllo e la gestione della climatizzazione e del riscaldamento, come i termostati e cronotermostati.

 

Sono stati tra i primi dispositivi a entrare nelle case, dando una prima idea delle potenzialità legate alla domotica: piccoli e facili da installare, consentono di regolare e controllare la temperatura ed evitano sprechi di energia.

 

I più evoluti sono in gradi di regolare la temperatura anche da remoto e in autonomia e sono in grado di creare scenari clima personalizzati in base a qualsiasi esigenza, anche la più complessa.

 

Ma i vantaggi di un cronotermostato non finiscono qui: infatti, grazie a queste soluzioni intelligenti, è possibile impostare le fasce orarie per l’accensione e lo spegnimento del riscaldamento o della climatizzazione in modo da ottimizzare i consumi ed evitare inutili sprechi.

 

Il processo di semplificazione e digitalizzazione ha coinvolto dunque anche la regolazione del comfort. Quando è vantaggioso comandare il proprio impianto con uno smartphone e gestirlo via internet? Un vero e proprio plus da non trascurare: con un termostato connesso è possibile effettuare regolazioni automatiche su segnali esterni come impostazioni di temperatura rilevate da sensori di occupazione, geolocalizzazione o algoritmi di apprendimento. Questo comporta anche una riduzione dell’energia utilizzata durante periodi di assenza e un risparmio in bolletta.

 

 

Cosa può garantire un termostato smart?

 

  • Risparmio grazie all’ottimizzazione dei consumi
  • Maggior comfort in casa e temperatura ottimale in ogni ambiente
  • Autonomia e flessibilità nell’impostazione della temperatura
  • Facilità di installazione

 

É possibile ottenere un valido risparmio energetico?

 

La risposta è sicuramente sì poiché un dispositivo smart è in grado di regolare autonomamente la temperatura, garantendo efficienza energetica e trasformando così la propria casa in una vera smart home.

Globalmente un terzo dell’energia viene consumata nell’ambiente domestico e, di questo, il 70% proprio dal riscaldamento e dai sistemi per il comfort. L’utilizzo corretto di un cronotermostato, quindi, può abbattere notevolmente i costi e gli sprechi di energia elettrica.

Secondo alcuni studi effettuati, l’installazione di un termostato smart porta a un risparmio del 5-10% in riscaldamento e tra l’8 e il 16% in climatizzazione.

Rinnovare gli impianti di termoregolazione conviene anche grazie agli incentivi statali: l’Ecobonus è stato esteso fino alla fine del 2018, con un vantaggio fiscale che arriva al 65% in caso di installazione di una termoregolazione evoluta.

Elettroveneta SpA - Sede: Padova Viale della Navigazione Interna, 48 - Cap.Soc.Int.Vers. €520.000 - Reg.Imp.Pr.PD n°44121bis - P.IVA 00184820280