Industria 4.0 e tecnologie abilitanti: l'innovazione è nell'aria

10/04/2018

Autore: Armando Martin

industria 40.png

Rete 5G, Cloud e Big Data: le tecnologie intangibili che ci porteranno alla quarta rivoluzione industriale.

Intervista ad Armando Martin, consulente industriale e giornalista, relatore del convegno “Le tecnologie abilitanti di Industria 4.0” che si svolgerà il 20 aprile presso Evento Elettromondo.

Sentiamo spesso la sensazione di vivere in un mondo sempre più informatizzato e connesso. Quale sarà il ruolo delle tecnologie informatiche nell'innovazione industriale?

Le tecnologie 5G sono i candidati ideali a sostenere la quarta rivoluzione industriale, in quanto promettono di abilitare le funzionalità necessarie all’IoT, la disponibilità di banda ultra larga, l’efficienza energetica. Le previsioni stimano la standardizzazione delle reti 5G entro il 2020, ma le prime applicazioni rilevanti sono ormai in campo. Ciò che differenzia 5G dalle reti di precedente generazione è la possibilità di abilitare molteplici servizi a una velocità di collegamento più elevata, tra i quali la connessione tra macchine e sensori.

Ma perché il 5G è essenziale per lo sviluppo dell’Industria 4.0?

Per prima cosa per la sua bassa latenza: le nuove tecnologie automatizzate richiedono una risposta rapida dal sistema. Pensiamo ai robot industriali che devono operare simultaneamente su più fronti o ai sistemi di guida autonoma. In secondo luogo la nuova generazione di connessioni mobili garantisce una velocità da 100 a 1000 volte superiori a quelle 4G.

Grazie alla trasmissione dei dati tra macchinari sentiamo sempre più spesso parlare di sistemi Cyberfisici. Cosa ci aspetta quindi, nel prossimo futuro?

Nello scenario di Industria 4.0 macchinari e componenti fisici coinvolti nel processo di produzione generano un’immagine virtuale. Ogni componente fisico che dispone di una simile immagine virtuale e che può essere interconnesso con altri componenti del processo di produzione ai fini dell’interazione viene definito sistema cyberfisico (CPS, Cyber Physical System). Nel modello di trasmissione delle informazioni di un CPS è prevista non solo l’interazione tra differenti sistemi cyberfisici, ma anche la condivisione di informazioni e l’integrazione dei destinatari (operatori locali, Mes, Erp, clienti, fornitori ecc.).

Come risponde oggi l'industria che sfrutta i CPS alle richieste del mercato?

L’intralogistica sta evolvendosi per rispondere alle richieste di un mercato in costante evoluzione che non chiede più una produzione standard di massa, ma la possibilità di produrre piccoli lotti alla volta. Sensori in grado di comunicare tra loro con tecnologie IoT e RFID trasmettono dati identificativi della merce e dell’ambiente, riducendo i rischi di perdite, danneggiamenti o smarrimenti. Altro tema caldo per la logistica 4.0 è quello dei veicoli a guida automatica (AGV, Automated Guided Vehicle) di nuova generazione e l’uso dei droni per i nuovi servizi di consegna. La velocità e precisione di queste tecnologie consentiranno di accorciare la Supply Chain e di ridurre significativamente il costo di trasporto.

Macchinari sempre più intelligenti ed una rete di trasmissione delle informazioni sempre più rapida e diffusa non rischieranno di tagliare fuori esperti e consulenti?

No, anzi, sta accadendo esattamente l'opposto. Nel caso della teleassistenza, per esempio, uno specialista da remoto può sfruttare la propria expertise per agevolare le attività del tecnico in campo grazie anche all'impiego di tecnologie indossabili e IoT. Con Industria 4.0 Teleassistenza e Telecontrollo stanno riscuotendo un rinnovato interesse grazie ai servizi offerti dalle di nuove tecnologie abilitanti e dalla sensoristica avanzata che fornisce in tempo reale le informazioni sullo stato del processo produttivo. Attraverso il monitoraggio e il controllo remoto dei macchinari con un flusso continuo di informazioni e le opportune politiche di sicurezza, i produttori possono implementare servizi di manutenzione reattiva, predittiva, proattiva e a lungo termine. In questo scenario la realtà aumentata e la modellazione 3D vengono adottate con la finalità di supportare l’identificazione delle corrette procedure di lavoro e degli strumenti da utilizzare.

 

Questi sono argomenti molto affascinanti. Come possiamo saperne di più?

Per saperne di più è possibile partecipare al convegno “Le tecnologie abilitanti di Industria 4.0”, che si terrà il 20 aprile presso la manifestazione Elettromondo in fiera a Padova (Pad. 7). Per partecipare è necessario registrarsi alla manifestazione sul sito www.eventoelettromondo.it e iscriversi al convegno su: http://www.eventoelettromondo.it/Convegni.aspx?con=2#workshop

C'è di più: il convegno dà diritto all'acquisizione di 3 crediti formativi per l’Ordine degli Ingegneri e 3 crediti formativi per l’Ordine dei Periti e dei Periti Laureati.

L’evento è riservato agli operatori del settore.

 

Elettroveneta SpA - Sede: Padova Viale della Navigazione Interna, 48 - Cap.Soc.Int.Vers. €520.000 - Reg.Imp.Pr.PD n°44121bis - P.IVA 00184820280