Fotovoltaico, perché conviene? Incentivi e nuovi adempimenti

12/04/2018

Autore: Ing. Alessia Varalda

04-12 fotovoltaico 2.jpg

I nuovi impianti fotovoltaici installati nel 2017, a livello globale, hanno raggiunto quota 94 GW, con una crescita del 32% rispetto al 2016; in Italia, nei primi due mesi dell’anno sono stati installati 60 MW di nuova potenza fotovoltaica.

Oggi installare un impianto fotovoltaico conviene quasi sempre, soprattutto se viene legato al concetto di autoconsumo dell’energia prodotta e all’accumulo della stessa. Stiamo assistendo a un radicale modo di generare, produrre e trasportare l’energia: da un sistema centralizzato fatto di grandi centrali a un sistema decentralizzato dove tantissimi impianti (anche piccoli) producono energia. La distinzione tra produttori e consumatori non è più così netta, anzi si sta affacciando sul mercato una nuova figura, il prosumer, che è al tempo stesso sia utilizzatore sia produttore di energia.

Anche se non esistono più da anni gli inventivi (come il Conto energia), realizzare un impianto fotovoltaico a costi accessibili è possibile grazie a costi di installazione ridotti fino al 75% e soluzioni innovative in grado di ottimizzare la produzione e il consumo e garantire un effettivo risparmio sulla bolletta.

 

I 5 fattori per cui conviene il fotovoltaico

  • Risparmio – utilizzare l’energia prodotta da un impianto permette di ridurre il costo della bolletta; inoltre, se vengono aggiunti un sistema di accumulo e una pompa di calore, l’investimento diventa ancora più conveniente.
  • Sostenibilità - il fotovoltaico fa bene all’ambiente, poiché produce energia pulita e consente di contribuire al raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica dell’Unione Europea.
  • Massima resa - i moduli di ultima generazione garantiscono elevati rendimenti energetici.
  • Aumento del valore dell’immobile – una casa o un edificio dotato di fotovoltaico è più efficiente e di conseguenza è più appetibile, dato che può raggiungere una classe di efficienza migliore.
  • Detrazioni fiscali - l’installazione di un impianto fotovoltaico in ambito residenziale può godere della detrazione fiscale del 50%, come qualsiasi altra ristrutturazione edilizia.

 La legge di stabilità 2018 ha prorogato al 31 dicembre 2018 la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%), confermando il limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare.

 

I nuovi adempimenti dal 1° gennaio 2018

 

La Legge di stabilità 2018 ha stabilito, inoltre, un nuovo adempimento: dal 1°gennaio è obbligatorio anche l’invio di una comunicazione relativa all’intervento all’Enea.

La comunicazione ha l’obiettivo di monitorare e valutare gli effettivi risparmi derivanti dalla realizzazione degli impianti e sarà similare a quella che viene utilizzata per gli interventi di risparmio energetico (detrazione 65%). 

Enea provvederà a predisporre gli strumenti informatici per la raccolta dei dati e la documentazione di supporto a seguito dell’emanazione dei decreti attuativi. 

Per usufruire della detrazione è necessario che l’impianto sia in grado di soddisfare le richieste energetiche e sia al servizio dell’abitazione.

 

Il super-ammortamento

Per quanto riguarda le aziende che intendono realizzare un impianto fotovoltaico nel 2018, è a disposizione il super-ammortamento al 130% che garantisce condizioni vantaggiose di accesso al fotovoltaico. Consente di aumentare il costo fiscalmente riconosciuto di nuovi beni strumentali come moduli, inverter, componente elettrica, sistemi di fissaggio.

Nel 2017 questa misura ha favorito la realizzazione di impianti fotovoltaici di taglia commerciale e industriale.

Elettroveneta SpA - Sede: Padova Viale della Navigazione Interna, 48 - Cap.Soc.Int.Vers. €520.000 - Reg.Imp.Pr.PD n°44121bis - P.IVA 00184820280