Elettroveneta e Mario Vielmo alla conquista del Lhotse

lhotse.png

Elettroveneta sostiene Mario Vielmo nella conquista del Lhotse

Una impresa alpinistica abbinata ad una grande operazione umanitaria. La scalata di un pericoloso ottomila, e la ricostrizione di una scuola distrutta
dal devastante terremoto di due anni fa.
Subito dopo il tentativo di scalata del Lhotse, Mario Vielmo recherà ad Arughat, piccolo villaggio nella valle del Manaslu per inaugurare la scuola, una delle seimila distrutte dal sisma, ricostruita con i fondi raccolti dall’himalaysta veneto e dai suoi amici.
«Il Nepal ci ha sempre dato tantissimo in termini di emozioni ed esperienze; dopo quello che è successo con il terremoto, era giusto dare un aiuto concreto agli abitanti del tetto del mondo. Un amico non si abbandona nel momento del bisogno», ha ripetuto in ogni occasione la guida alpina di Lonigo.

Elettroveneta sostiene attivamente questa importante spedizione e augura a Mario Vielmo e a tutto il suo team il successo dell'impresa

Download allegati Lothse-2017 Brochure.pdf